Bormio Ski è The Vertical Fun

Benvenuto nel sito ufficiale di Bormio Ski: un’azienda fondata nel 1966, sede dei Mondiali di Sci Alpino nel 1985 e nel 2005, e dal 1993 teatro della discesa libera maschile di Coppa del Mondo sulla leggendaria pista Stelvio.

La nostra mission

Siamo un’azienda di impianti di risalita dal 1966. Facendo vivere la montagna alla persone, diamo loro l’opportunità di sentirsi liberi, spensierati, divertiti.

La nostra vision

Una ski area collegata con le stazioni limitrofe ed in grado di offrire prodotti e servizi distintivi, e distribuiti lungo il notevole dislivello della montagna.

bormio ski è the vertical fun

Bormio Ski: una ski area dal dislivello incredibile

Bormio Ski si trova in Lombardia, in Alta Valtellina, nel cuore delle Alpi italiane; la nostra società gestisce una ski area con 50 km di piste servita da un parco impianti moderno e funzionale.

Attualmente la ski area di Bormio è in grado di soddisfare sia gli sciatori più esigenti con tracciati impegnativi come la pista Stelvio – capitale mondiale della discesa libera maschile – sia gli sciatori meno esperti con piste di media difficoltà e campi scuola per i principianti.

Il notevole dislivello della ski area è divertimento allo stato puro. Bormio Ski è The Vertical Fun: una picchiata di 1800 metri, dalla Cima Bianca (3012 m) a Bormio (1225 m), che non ha eguali su tutte le Alpi.

La neve poi è proprio di casa: il sofisticato impianto di innevamento artificiale è pronto ad accendersi per garantire l’innevamento sull’ 80 % dei tracciati! Nel 2005 Bormio Ski ospita i Campionati del Mondo di Sci Alpino che, per la prima volta nella storia dello sci, si disputano interamente su neve artificiale.

Mappa piste Bormio Ski

Quando il comprensorio sciistico diventa un parco divertimenti sulla neve

Alla Bormio Ski l’offerta è ricchissima e ce n’è davvero per tutti i gusti: l’offerta va dal super estremo al divertimento per le famiglie ed i bambini.

Se sei alla ricerca di un’esperienza active sulla neve non puoi lasciarti sfuggire le nostre due aree freeride – Vallone e Posto degli Sciatori – di grandissima soddisfazione ed un’area freestyle – Snowpark Bormio – dove si vola e ci si diverte in sicurezza.

E se cerchi un’attività un po’ particolare, non perderti il volo in parapendio: un pilota esperto ti farà provare il piacere di librarti nell’aria decollando con sci ai piedi o snowboard da 2600 metri di quota.

Per il divertimento di tutti, la vera attrazione si chiama Funslope: ripide curve, grandi onde di neve e tunnel di ghiaccio. Per i più piccoli, in Bormio paese, suggeriamo il Gormiti Park, il luogo ideale per divertenti discese con slittini ma anche per muovere i primi passi sugli sci.

Ed infine, per vivere un’emozione unica, lo sci notturno: 4 km di pista perfettamente illuminati in un’atmosfera decisamente incantevole.

Bormio Ski - #weareverticalfun: la ski area di bormio, 1800 metri di dislivello

Un po’ di numeri sulla ski area di Bormio…

  • Anno di fondazione: 1966
  • Altezza in quota: 3.012 metri
  • Altezza a valle: 1.225 metri
  • Dislivello: 1.787 metri
  • Impianti: 15
  • Km di piste: 50
  • Innevamento programmato (km di piste): 40
  • Innevamento programmato (punti neve): 300
  • Cannoni fissi: 190
  • Cannoni mobili: 50
  • Sci notturno (km di piste): 4
  • Presenze nella stagione invernale: 400.000
  • Passaggi totali nella stagione invernali: 4.000.000

Bormio Ski: 3 sciatori ammirano il panorama dai 3000 metri

La nostra storia, fatta di sport a 3000 metri, tutto l’anno

I primi impianti di risalita a Bormio si sviluppano negli anni 50, dalla quota del paese (1.225 m) fino al Ciuk (1.650 m).  Si avverte, però, l’esigenza di maggiori garanzie di innevamento che solo l’alta quota assicura. Nel 1966 l’industriale brianzolo Walter Fontana, coadiuvato da alcuni personaggi locali, individua con lungimiranza nella zona del Vallecetta da quota 2000 a 3000 metri, l’area sciabile adatta per il futuro di Bormio. Nasce, così S.I.B. (Società Impianti Bormio).

Il primo intervento importante è la costruzione dell’attuale strada che collega Bormio a Bormio 2000. Nel 1968 viene realizzato il primo impianto: la funivia Bormio 2000 – Cima Bianca, tuttora in esercizio, al quale seguono altri impianti minori.

Nel 1970 entra in funzione anche la seconda funivia, Bormio-Bormio 2000 ed il complesso alberghiero e di ristorazione “Girasole”. Bormio si afferma come una delle più famose stazioni invernali delle Alpi.

Nel 1984 SIB assorbe gli impianti di un’altra società, realizza la cabinovia Bormio-Ciuk, indispensabile per lo svolgimento dei primi Campionati Mondiali del 1985, in occasione dei quali l’ente pubblico realizza il primo impianto di innevamento.

Negli anni a seguire la società acquista l’impianto di innevamento dall’ente pubblico, rinnova diversi impianti e cura con molta attenzione lo sviluppo delle piste.

Nel 2001 tre imprenditori locali acquisiscono il pacchetto azionario dalla famiglia Fontana.

In occasione dei secondi Campionati Mondiali del 2005 SIB rinnova radicalmente la propria struttura impiantistica con la realizzazione di 3 seggiovie quadriposto ad agganciamento automatico e la sostituzione della funivia Bormio – Bormio 2000 con una cabinovia con vetture a 8 posti della portata di 2800 persone/ora. Inoltre, potenzia notevolmente l’impianto di innevamento, amplia e migliora il parco piste e realizza lo snowpark.

Nel 2011 SIB mette in atto un’azione di rebranding creando il nuovo marchio Bormio Ski attraverso il quale veicola tutta la comunicazione aziendale. Siamo nel pieno dell’era del web 2.0 ed il brand Bormio Ski non può mancare sui social network dove instaura un relazione forte con la propria clientela.

Nel 2013 anche la funivia Bormio 2000 – Cima Bianca viene sottoposta ad un radicale rimodernamento e ribattezzata “Whitelady3000″.

Nell’estate del 2014 l’azienda lancia ufficialmente il suo bike park, denominato Bormio Bike Park, con percorsi di cross country, freeride e downhill ed un qualificato servizio di noleggio mountain bike.

Nell’inverno 2018/2019 Bormio Ski promuove un nuovo concept: quello del comprensorio sciistico trasformato in un parco divertimenti sulla neve. La ski area punta fortemente sui servizi dedicati alle famiglie proponendo dei percorsi sulla neve – denominati funslope – studiati per il divertimento di tutti.

Il 24 giugno 2019 è la data forse più memorabile di tutta la nostra storia. Infatti, in quel giorno il CIO assegna all’Italia l’ospitalità delle Olimpiadi Invernali 2026. La pista Stelvio viene scelta come sede di tutte le gare dello sci alpino maschile. Un sogno che diventa realtà, un motivo di orgoglio per tutti noi, un’opportunità fantastica per il nostro territorio che accogliamo con un grande senso di responsabilità.

Che la storia continui…